giovedì 26 gennaio 2012

Progetti ed esperienze

Amici del forno solare,
quando le giornate non aiutano tutto si ferma un pò...Il mio forno solare è conservato, ben chiuso..i gatti vorrebbero dormirci sopra..è tutto rivestito di lana di pecora! Ci si appallottolerebbero volentieri! Il mio archivio fotografico e di ricette per forno solare è momentaneamente irraggiungibile...L'unica cosa che posso fare  è far lavorare la fantasia, per trovare nuove combinazioni e nuove ricette da segnare e poi provare! Insomma siamo in fase progettuale!
 Quando ho deciso di aprire il blog di cucina con forno solare , non solo volevo condividere con voi l'esperienza di cucina di tutti i giorni, ma anche toccare due argomenti culinari che mi stanno a cuore. Distanti e diversi tra loro ma che hanno avuto un posto nei miei pasti! Vorrei provare ad applicare al forno solare la Cucina Ayurvedica  e la famigerata Dieta A!


La cucina ayurvedica entrò nella mia vita nel 2006, quando vivevo a Milano e decisi che avrei fatto il corso di meditazione trascendentale! Ovviamente conobbi tante persone che vivevano la cultura Ayurvedica proprio come stile di vita e non mancò l'occasione di pranzi e cene con loro preceduti da sane sedute di Yoga e meditazione e...posso assicurarvi ...risate a palate! Un'alimentazione a base di riso basmati e semi, verdure e ortaggi in quantità, formaggi e legumi. Una dieta vegetariana sostanzialmente, con l'aggiunta di bevande calde purificanti a base di acqua calda e zenzero  spezie tipiche della cultura Indiana e Lassi a fine pasto. Lì cominciò a galopparmi la fantasia... perchè iniziai a tastar con mano delle culture diverse..in cui il cibo ne era parte fondamentale e strettamente legato alla medicina Ayurvedica. E'stato un periodo di scoperte interessantissime! Da quel periodo ho con me , oltre alla tecnica della meditazione, un libro di cucina Ayurvedica che non vedo l'ora ti tirar fuori dagli scatoloni del trasloco...! E trasformare quelle ricette in esperienze di cucina con forno solare!!!


La Dieta A invece entrò nella mia vita  esattamente un anno fa, in un periodo in cui , qualsiasi cosa ingerissi, provocava un forte edema al viso. Labbra gonfie che manco il chirurgo plastico e occhi tumefatti. Decisi che forse era il caso di fare una capatina dall'allergologa! La dieta A, per chi non lo sapesse, è praticamente un modo per fare Reset all'organismo! Un modo per escludere tutto ciò che può esser allergenico e per poi lavorare per esclusione...fino a scoprire cosa scatenava quelle reazioni al mio fisico! Venne fuori che ero intossicata dal Nikel...! Ma in cosa consiste la dieta A? un mese in cui è permesso di mangiare solamente un ristretto gruppo di alimenti : pane, pasta e riso. Tacchino e pollo. Mele e pere.Verdure a foglia e carote. Zucchero e sale. Olio extravergine di oliva. Acqua. The. Niente di più...niente di meno!  Quest'esperienza mi ha fatto davvero lavorar di fantasia...!! Tanto che mi creai un mini ricettario dove raccoglievo tutte le idee per rendere meno monotono questo regime alimentare!Una per tutte...facevo quasi tutti i giorni delle focaccine dolci con le mele o le pere, la frutta cotta, riso dolce o pasta con le verdure concesse e la carne, bella caramellizzata come il caro Carlo Cracco predica instancabilmente!  E questo ricettario, estremamente semplice e quasi di sopravvivenza,  vorrei ugualmente applicarlo al forno solare. Potrebbe magari essere utile a qualcuno che si trova in questa situazione!


Fatemi sapere se questi argomenti possono interessarvi...! Ho voglia di lavorare per voi!!



5 commenti:

  1. Scrivi molto bene! Mi da la sensazione di ricevere un gradevole massaggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Commento che mi rende davvero felice! grazie!!

      Elimina
  2. E brava la mia Ari....un bellissimo post anche in queste giornate grigie..... concordo con il commento di R.Bracci!

    RispondiElimina
  3. Ciao Arianna è da molto che voglio commentare questo post ma il tempo sfugge sfugge! anche io ho avuto l'esperienza di questa dieta,un vero incubo ! con zero riserve di ciccia mangiare così poco mi pesò veramente tanto.idem come te dovetti evitare tutti i cibi che contengono nikel e istamina...praticamente quasi tutto!!però non elaborai nessun ricettario ...dovevo già cucinare per gli altri e io mi arrangiai !!se poi trovi il tempo di condividere qualche ricetta a me personalmente mi fa un immenso piacere ,così qualche volta mangio in tranquillità senza la pura che per un pomodoro in più mi succede di nuovo tutto quel macello !!!

    RispondiElimina
  4. Francy, grazie infinitamente per il tuo complimento!! Mamma tuttofare, grazie della tua partecipazione e testimonianze sul blog!! è bello condividere le esperienze..!!posso suggerirti una la ricetta ,semplicissima, delle focaccine dolci! usa la ricetta che conosci per fare il pane ( sono sicura che farai un pane delizioso e non dovrò certo essere io a darti dosi e suggerimenti! ;-)
    ), aggiungi però una discreta quantità di zucchero ( circa il 50% di quella della farina!) , quando il tutto sarà ben lievitato forma delle focaccine schiacciate,della dimensione che preferisci. Io le facevo con diametro di circa 10 cm.Sopra metto delle fette di mela golden, o renetta, a piacimento, belle strette tra loro e poi...zucchero di canna a volontà! Cotte a 220 gradi in forno finchè lo zucchero è caramellato e la focaccina gonfia! ( circa 20 min!) se riesco le preparo questi giorni, faccio le foto e posto il tutto! un abbraccio!!

    RispondiElimina